mercoledì 13 maggio 2009

The Black Ops

Si chiamano così le operazioni coperte dei servizi segreti in tutto il mondo; in particolare "black", (oscuro, nero) rappresenta la natura di queste operazioni che, comunque la si vogliano vedere, necessitano in ogni caso di una copertura economica e finanziaria per essere espletate.
Non è un caso che la CIA, MI6, e molti altri servizi segreti abbiamo utilizzato il traffico di droga e le annesse e connesse guerre, per gestire questi ricavi redditizi senza dover rispondere a nessuno della loro natura. Non è un caso altresì che la prima banca al mondo che gestisce e ricicla il denaro proveniente dal traffico di droga si trova ad Honk Kong ed è stata istituita subito dopo la seconda guerra mondiale direttamente dall'MI6. Ma dopo la pubblicazione dei piani di Budget della Difesa Statunitense approvati dall'amministrazione Obama (i primi della sua presidenza) è divampata quasi subito la polemica sulla natura di queste operazioni.
Sopratutto per l'enorme quantità di fondi loro assegnati.
Alcuni ritengono che siano presenti un pacchetto di tagli, altri invece no. Ciò che comunque risulta chiaro è che il budget assegnato alle operazioni top-secret dell'esercito americano (da cui Black Ops) è dello stesso livello dell'intera spesa della difesa britannica (che non copre tali operazioni) essendo il Regno Unito il secondo budget della difesa al mondo dopo quello statunitense.
Secondo il giornalista (ebbene si almeno questo titolo se lo merita) nonché editore del Defense Technology International Bill Sweetman, osservatore veterano sia dei bilanci occulti (black-Budget) nonchè esperto di lunga data sui piani segreti del Pentagono, il budget occulto pianificato per l'anno fiscale 2010 è ben oltre i 50Mld di dollari. Questo è leggermente inferiore al budget Britannico di circa 10 Mld$.
Per fare un opportuno paragone, riportiamo i costi delle principali forze armate nel mondo separando la voce delle black-ops:

1) Forze armate USA: 490Mld$
2) Forze armate UK: 60Mld$
3) Forze armate Cinesi: 58Mld$
4) Forze armate Francesi: 52Mld$
5) Forze USA "Black-Ops": 50Mld$
6) Forze armate Giapponesi: 44Mld$

Già di per se il segreto su questi fondi occulti militari americani deve essere molto vincolante vista la natura dell'esborso economico.
Il governo statunitense declina di rivelare esattamente il budget delle sue agenzie governative (CIA in testa) ma anche queste riescono ad ottenere i fondi in maniera autonoma(vedi traffico di droga e di armi). Alcune di queste spese sono riferite sia ad attività militari o quasi militari: ad esempio la CIA fu pesanetemente coinvolta nello sviluppo del famoso aereo spia SR-71 "Blackbird" turbo che può viaggiare a velocità di mach 3, e che ha rappresentato "the black plane" l'aereo spia principe della guerra fredda e che spesso fu guidato da piloti CIA.
Come la CIA è nota per aver dispiegato un numero significativo di operativi "paramilitari" armati su teatri esteri di tanto in tanto (mercenari locali,personale americano etc), non è un segreto che l'agenzia ha una flotta cospicua di droni armati Predator che utilizzano per eliminare obiettivi umani, selezionati e non, in posti come lo Yemen ed il Pakistan.
Così uno potrebbe aggiungere almeno un paio di miliardi di dollari per attività paramilitari dell'agenzia al bilancio segreto del Pentagono, ponendo le forze segrete americane al terzo posto al mondo come spese militari.
La maggior parte di fondi, ad onor del vero, non viene utilizzato per operazioni militari sotto copertura, quanto piuttosto nell'ambizioso programma spaziale (segreto o comunque non ufficiale) che consiste oggi principalmente nel costruire e rendere operativi i satelliti spia che non sono delle vere e proprie armi convenzionali nel senso comune del termine.
Anche così comunque il programma spaziale satellitare segreto risulta comparabile all'intero budget della NASA per il 2008, oltre $17Mld.
Se utilizziamo i raffronti di spesa con gli anni precedenti e scremando da essi i costi inerenti sia al programma dei satelliti spia che alle operazioni sotto copertura (intorno ai 15 Mld di dollari), si vede che all'appella mancano circa 20 MLD di dollari che non hanno ancora una valida giustificazione.
Lo stesso Sweetman in realtà ipotizza che questa amministrazione abbia in realtà accelerato il programma spaziale avviato da Bush Senior che prevede l'immissione in orbita di "piattaforme militari suborbitali" che utilizzano laser ad alta energia, specchi riflettenti coerenti, armi nucleari di media potenza e qualche altro ammennicolo vario, il tutto finalizzato nella predisposizione di un'infrastruttura militare spaziale in grado di colpire sia i satelliti nemici di qualunque natura, sia eventuali missili e/o bombardieri sulla terra non appena vengano lanciati o prendono il decollo.
Comunque la si veda, i servizi segreti americani da soli sono ad un elevato livello di potere mondiale e ormai nessuno, eccetto loro, possiedono il pieno controllo su quello che stanno facendo, ad eccezione di pochi politici di Washington.
Questa è la potenza delle Black Ops.

Nessun commento:

NOTA SUL COPYRIGHT©

ARTICOLI DI PIERMAFROST SONO COPERTI DA COPYRIGHT . POSSONO ESSERE LIBERAMENTE DIFFUSI A PATTO DI CITARE L'AUTORE E IL LINK DELLA FONTE.