giovedì 2 luglio 2009

La dittatura del Bilderberg

Gli osservatori di quella riunione annuale di elitari cospiratori nota come Bilderberg sanno da tempo che i piani discussi in tali riunioni divengono realtà molto rapidamente.
Nel 2002, Jim Tucker, studioso dei Bilderberg, predisse correttamente che la guerra in Iraq sarebbe iniziata nel marzo 2003 ( e non alla fine del 2002, come molti all'epoca sostenevano ). Nel 2006, Daniel Estulin predisse correttamente lo scoppio della bolla immobiliare ed il conseguente crollo economico, una evenienza che veniva derisa dalla maggior parte dei mezzi busti dei mezzi di comunicazione di massa allineati. Nel 2008, Tucker predisse un crollo drammatico del prezzo del greggio mentre la maggior parte degli analisti si agitavano sulla possibilità che toccasse i 200 dollari al barile. Tucker ed Estulin sono risultati così incredibilmente precisi nelle loro previsioni non perchè abbiano una sfera di cristallo ma perchè hanno le loro fonti dentro al Gruppo Bilderberg e ad altre organizzazioni nelle quali gli oligarchi della finanza - riuniti coi loro fantocci politici - prendono le decisioni che riguardano il nostro futuro geopolitico. Il 2009 non è passato nemmeno a metà, ma sembra che le previsioni di Estulin e Tucker, basate sulle loro fonti del Bilderberg 2009 risultino più che precise : in una intervista telefonica in contemporanea con la riunione annuale che si teneva in Grecia, Daniel Estulin mise in guardia il The Corbett Report, che i poteri stavano preparando una risalita finale del mercato azionario in modo da tirare nuovamente dentro agli investimenti le masse prima del crollo finale del mercato. Ora, un nuovo allarmante resoconto suggerisce che sia proprio così dato che le alte sfere delle corporations hanno iniziato a disfarsi dei titoli in proprio possesso ad una velocità che non si vedeva da anni.
Il resoconto Bloomberg suggerisce che il mercato - che sta godendo di uno dei periodi di vento in poppa azionario che non si vedevano da decenni col mercato che continua a salire dopo il suo punto più basso dal crollo - sta per avere la terra tolta sotto i piedi, un fatto che i dirigenti ben informati delle corporations stanno prendendo seriamente a cuore dato che sgomitano per disfarsi delle azioni in loro possesso prima che la gente comune si renda conto di quello che sta succedendo.
Aggiungete a ciò la notizia sorprendente che le ambasciate americane nel mondo hanno ricevuto l'informazione di prepararsi per un giorno di chiusura bancaria a settembre e per una crescente opposizione alla incredibile proposta dell'amministrazione Obama di dare alla Federal Reserve, una istituzione privata, nuovi ed ampi poteri dittatoriali sull'intera economia americana : ci sono pochi dubbi sul fatto che un collasso economico simile a quello di cui parla Estulin sia ogni giorno più probabile. Dovesse verificarsi il collasso economico previsto, l'effetto inevitabile sarebbe dato da cambiamenti sociali e politici mondiali di importanza storica.
Jim Tucker, il quale è anch'egli stato contattato di recente dal The Corbett Report per una intervista telefonica, ha previsto che l'attuale crisi finanziaria mondiale sarebbe stata ulteriormente manipolata dai Bilderberg per portare avanti il loro obiettivo a lungo termine : la creazione di una Unione Nord-americana sulla falsariga della Unione Europea.
Non c'è dubbio che abbiamo già assistito alla richiesta di una centralizzazione dei poteri finanziari regolatori da parte di membri Bilderberg quali il Cancelliere tedesco Angerla Merkel, la quale ha sostenuto che la causa prima della crisi sia stata la sovranità nazionale imposta ai regolamenti finanziari. Detto più freddamente, Estulin crede che la depressione economica mondiale nella quale stiamo entrando possa causare alla fine la morte di 4 miliardi di persone, praticamente i 2/3 della popolazione del pianeta. Questo è certamente un modo per conseguire l'obiettivo elitario della riduzione della popolazione, un tema in cima alla lista delle cose da fare, lista messa a punto da un altro gruppo segreto di miliardari - presieduto dal Bilderberg David Rockefeller - solo alcune settimane prima della riunione Bilderberg di quest'anno.
Jim Tucker ha anche sottolineato come la manipolazione della reazione isterica all'influenza suina fosse in cima all'agenda di quest'anno, e che la stessa crisi potrebbe essere utilizzata per aumentare il potere in strutture come il WHO.
Per anni e con cautela, sono stati fatti i preparativi per mettere sempre più poteri nelle mani di impunibili burocrati internazionali, nell'evenienza di una pandemia influenzale, ed ora la macellazione della sovranità nazionale è iniziata sul serio. L'ipotesi che l'OMS utilizzi la sua stessa campagna sull'isteria da influenza suina per giustificare le vaccinazioni di massa nelle nazioni del mondo è tre volte terrificante : primo, le vaccinazioni potrebbero essere rese obbligatorie, sbriciolando così il fondamento della libertà dalle terapie forzate, che è uno dei pilastri di una società libera. Secondo, il vaccino dell'influenza suina è stato messo a punto da quella stessa azienda che all'inizio di quest'anno ha spedito dosi di vaccini antinfluenzali contaminati da virus vivi dell'aviaria, un 'incidente' così impossibile ad accadere che i dottori della Repubblica Ceca hanno accusato l'azienda di aver deliberatamente tentato di provocare una pandemia.
Benchè la verifica di questa scoperta sui Bilderberg sia ovviamente piuttosto allarmante, il fatto che le fonti di Tucker ed Estulin siano ancora una volta risultate accurate, ci da una piccola consolazione.
Primo, ci mostra come i piani degli elitari possano essere smascherati ( e, se si richiama sufficiente volontà politica, anche bloccati ), da ricercatori qualificati e dai media alternativi.
Secondo, questo squalifica ancora una volta i mezzi di comunicazione di massa allineati, che hanno appena iniziato ad allontanarsi dalla precedente favoletta secondo la quale i Bilderberg non esistevano nemmeno, per passare alla più recente panzana secondo la quale i Bilderberg esistono ma non sono importanti. Più a lungo i mezzi di comunicazione di massa allineati continueranno a sostenere una tale linea, nonostante le chiare evidenze, più si autoscrediteranno e più velocemente il pubblico abbandonerà il prossimo-a-dipartire apparato dei media con la sua macchina dell'informazione manipolata.
Nel frattempo, i mezzi di comunicazione alternativi, continueranno a crescere in modo esponenziale e la consapevolezza dell'esistenza dei Bilderberg continuerà a crescere presso il grande pubblico.

Nessun commento:

NOTA SUL COPYRIGHT©

ARTICOLI DI PIERMAFROST SONO COPERTI DA COPYRIGHT . POSSONO ESSERE LIBERAMENTE DIFFUSI A PATTO DI CITARE L'AUTORE E IL LINK DELLA FONTE.