sabato 21 luglio 2012

Bestemmia di Uomo -8 Contro Ibridazione

Contro-ibridazione
Abbiamo appurato che l'ibridazione, pur con parziali sovrapposizioni nella fase operativa, si attua su tre fronti: ingegneria genetica, creazione di egregore e tecniche di manipolazione mentale. Ora illustriamo delle contromisure che è possibile adottare, preferibilmente in simultanea. Per neutralizzare al massimo i tentativi di controllo e manipolazione mentale abbiamo eccellenti e collaudate tecniche mentali, dove l’uomo interiore sotto forma di triade, che in normali condizioni è scissa e scollegata schizofrenicamente dal resto, viene resa consapevole di sé e coesa. L'uomo interiore risulta pulito e integro.
Per contrastare la manipolazione genetica abbiamo a disposizione gli antiossidanti coi quali aiutiamo l’uomo esteriore (sotto forma di corpo fisico) a svolgere correttamente le sue funzioni come tempio della triade. L'uomo esteriore risulta pulito e integro. Per evitare la creazione di egregore indesiderabili possiamo adottare uno stile di vita attento all'igiene, facendo in modo di mantenere un continuo collegamento tra l’uomo interiore e quello esteriore purificati, rendendoci un ponte che faccia corrispondere l’esterno all’interno e il sotto al sopra. Per usare una metafora, le tecniche mentali sono la medicina, gli antiossidanti sono i cibi buoni e l'igiene è lavarsi le mani.
Tutti i sistemi riportati sono attuabili dalla persona in totale autonomia, in modo da evitare il ricorso a maestri, maghi e sedicenti esperti ed evitando così la creazione di dipendenze esterne a se stessi, fatali in un percorso evolutivo spirituale che si auspica debba portare a una acquisizione di coscienza. Il percorso dev’essere sostenuto da un atto di volontà e sebbene l'acquisizione di coscienza sia un processo (e non un risultato da ottenere una volta per tutte!) impegnativo, è un fenomeno irreversibile. Inoltre detta acquisizione è un processo virtuoso che forse mai terminerà ma che ripaga ampiamente e istantaneamente lo sforzo di
volontà fatto.

Tecniche mentali
Sotto la definizione di tecniche mentali vi sono vari sistemi che, apparentemente diversi e divergenti, in effetti sostengono e potenziano il pensiero che procede dall'intento, non sempre sufficientemente puro per ottenere il risultato prefissato. Occorre ricordare infatti che la volontà dell'uomo ontologico non sempre trova applicazione pratica a causa di limiti e traumi della mente conscia e di quella subconscia, cosicché tutti questi sistemi sono in buona sostanza dei trucchi per bypassare limiti e traumi e permettere alla volontà di agire nel multiverso, compiendo ciò che la mente reputa miracoli.


Visualizzazioni
Un sistema universalmente efficace (anche per evitare l'ingresso dell'alieno-lux) è immaginare di essere immersi in una palla di luce dorata che tiene distante chiunque voglia avvicinarsi con intenzioni negative nei nostri confronti. Quando si ha a che fare col mondo sottile, occorre molta precisione. Oltre che come sistema difensivo, la palla può essere visualizzata con intento distruttivo nei confronti delle entità indesiderate, e questo è stato fatto con successo.

Simboli
Nel secondo livello Reiki è presente il simbolo Choku Rei che può essere proiettato contro l'energia che si percepisce come negativa, oppure lasciandolo nel posto o sulla persona che abbisogna di energia e protezione.

Cristalli
Da sempre i cristalli sono usati dall'uomo come forma di difesa e protezione. Anche il guaritore Dumo ne fa uso, in particolare della tormalina nera che sembra potenziare il suo pensiero intenzionale col quale egli disintegra le entità negative. La sugilite, un cristallo poco noto e abbastanza costoso, sembra utile contro infestazioni e possessioni quando portata addosso. Il quarzo comprende una varietà di cristalli diversi, usati da tempo immemorabile per riequilibrare le frequenze del corpo, e ha trovato impiego nella tecnologia come temporizzatore degli orologi e come generatore di clock dei computers.


Mudra
Un utile esercizio con le mani somiglia molto al mudra chiamato Tse. Si può usare una sola mano, o entrambe se si vuole un effetto più potente. Si tratta di rinchiudere il pollice dentro le altre dita, il che nella tecnica
energetica ha il significato di chiudere l'aura. L'effetto è istantaneo e la persona responsabile del nostro drenaggio energetico si allontanerà immediatamente da noi. Non è consigliabile tenere la posizione per più di qualche minuto, perché la chiusura prolungata dell'aura provoca una congestione energetica in quanto l'energia è impossibilitata a scorrere. Resta da scoprire se il beneficiario di tale drenaggio sia effettivamente
la persona oppure un qualche parassita che si accompagna a questa.

Simbad
È già stato detto che il modo di emozionarsi/sentire/pensare della persona influenza e modifica la genetica cellulare, e viceversa la modifica genetica cellulare influenza il modo di emozionarsi/sentire/pensare della persona. Data la bidirezionalità del processo d'ibridazione, è possibile logicamente una fase di contro ibridazione di segno opposto, cioè tramite la propria volontà opposta a quella aliena. Questo è stato fatto con successo grazie a una tecnica di simulazione mentale sviluppata da Malanga chiamata SIMBAD (Self Induced Method for Blocking Abductions Definitively), consistente in un riallineamento della triade, cioè in un riconoscere il vero Io (la propria Coscienza)nelle emozioni (Anima), nei sentimenti (Spirito) e nei pensieri (Mente). L’esercizio che si basa sul mescolamento di tre tecniche precise e cioè della meditazione trascendentale di Maharishi Mahesh, la teoria di Stephen Kosslyn delle immagini virtuali e dello psicodramma di Jacob Levy Moreno, rappresenta ben altro che un banale esercizio mentale.


Perché funziona?
La moderna psiconeuroimmunologia studia il collegamento tra psiche, neuroni e sistema immunitario, considerando quindi dal  nostro punto di vista una parte di Mente (psiche), una parte del corpo fisico (neuroni), una parte del corpo eterico (sistema immunitario). L’uomo interiore, cioè la triade di personaggi Anima, Spirito e Mente, rappresenta la Coscienza, cioè la realtà reale che agisce nella realtà virtuale, modificandola. Il DNA è materia (cioè realtà virtuale) e quindi suscettbile di modifica, per cui la Coscienza deve necessariamente agire sulla materialità attraverso il mondo subatomico/quantistico che lo precede funzionalmente e creazionalmente. In altre parole, Coscienza agisce attraverso il mondo subatomico per cambiare macroscopicamente il mondo materiale che si regge su dodici particelle fondamentali della fisica: sei quark e sei leptoni. Le tecniche mentali, e in special modo il SIMBAD che ne raggruppa ben tre, influirebbero etericamente sulla genetica cellulare annullando epigeneticamente le modifiche mentali e conseguentemente quelle fisiche: infatti v’è sempre corrispondenza tra fisico ed eterico, perché ogni disturbo fisico è sempre preceduto dall’eterico e ogni guarigione fisica dall’eterica. In caso di successo, il ricordo dell’adduzione risulta sbiadito nella consapevolezza del rapito, quasi non fosse più proprio, e la spiegazione è possibile grazie al modello olografico dell’universo secondo il quale la persona ha modificato la propria esperienza nel passato e nel futuro, oltre che nel presente. Questo è stato attuato con successo da vari exaddotti, anche se il percorso di liberazione presenta ostacoli personalissimi e tempi variabili da pochi secondi a qualche anno. L'invadente anunàk sembra essere l'ultimo alieno che viene eliminato, sia perché riesce a fingere a lungo una sua innocuità, sia perché non assilla continuamente ma lo fa periodicamente, insinuando nella vittima il dubbio d’essere pazza. Nel SIMBAD appare in forma d’umanoide con una specie di grande becco (tipo aquila o falco) e dotato d’ali, cosicché il Caduceo simbolizzerebbe l’anunàk fuso col DNA. È da puntualizzare che comunque questo è solo il corpo di una razza extraterrestre (anunàk), presumibilmente proveniente da Orione, che ha deciso di vivere simbioticamente con una razza di esseri extradimensionali, fornendo loro appunto un corpo per muoversi in questo universo. Egli interferisce pesantemente nel corretto svolgimento dell'esercizio mentale di contro-ibridazione denominato SIMBAD, per cui lo inquadrerei come ibridatore psichico. Talvolta il suo potere psichico sembra maggiore di
quello dell'addotto e questo porta ad un parziale fallimento del SIMBAD, dove vince chi ha una volontà maggiore, cioè ha più coscienza e la usa meglio. Secondo la Meditazione Trascendentale di Maharishi Mahesh, il livello coscienziale è un campo la cui intensità è proporzionale al quadrato dei partecipanti. Propongo allora di aumentare il livello coscienziale affiancandolo l’addotto a qualcuno che non abbia ovviamente problemi a sua volta con alieni, nell’effettuazione di quell'esercizio chiamato SIMBAD guidato, dove l'addotto e l'assistente affrontano insieme l'alieno. Questo è stato fatto con successo.

Fine parte 8 - Continua

Nessun commento:

NOTA SUL COPYRIGHT©

ARTICOLI DI PIERMAFROST SONO COPERTI DA COPYRIGHT . POSSONO ESSERE LIBERAMENTE DIFFUSI A PATTO DI CITARE L'AUTORE E IL LINK DELLA FONTE.