martedì 7 agosto 2012

Fattore H

Bashar al-Assad
Nella smodata corsa verso l'instaurazione dell'ordine globale (alias dittatura di pochi "illuminati") si iniziano a verificare le prime crepe e le prime distonie su un piano, la famosa Agenda, che i principali gruppi di potere devono applicare a tutti i costi alla stragrande maggioranza della popolazione per perseguire il loro sogno antico: il dominio di pochi sui molti.
Fatto sta che questi freddi e spietati signori del potere sono disposti a tutto, anche a ibridare se stessi e trasformarsi in uomini robot per dominare il pianeta, anche se ciò significa la dissoluzione di tutti i biomi e di tutte le specie viventi così come le abbiamo conosciute fino ad oggi. Oltre ad essere spietati sono freddi calcolatori e sopratutto non lasciano nulla al caso. Non a caso nell'isola di Silverbard sotto un permafrost naturale a temperature estremamente rigide esiste l'unica banca dati genetica di tutte le specie vegetali: una specie di back-up dei dna su tutta la specie nel caso il processo di ibridazione arrivasse ad un punto spiacevole, nel senso non favorevole al potere, per cui risultasse necessario provvedere  ad effettuare un roll-back, un ripristino parziale di alcune specie viventi. L'assassinio di Kennedy era programmato per essere eseguito da ben 4 tiratori scelti nonchè da un sistema anticarro che potesse colpire la macchina del presidente qualora questi fosse uscito indenne da tale fuoco incrociato. L'attacco delle torri gemelle doveva essere effettuato da due aerei solamente, ma ne lasciarono in volo quattro per avere una ridondanza nel caso qualcosa fosse andato male ( infatti quando non sono stati più necessari avere delle traccie di questi aerei, li hanno fatti schiantare uno in Pensilvania e l'altro al Pentagono).
Lo stesso Napoleone, figlio e adepto degli illuminati dell'epoca ( non a caso è famosa la mano destra nascosta sotto l'abito come saluto massonico), era uso affermare che il caso o il destino era degli stolti e che invece la predisposizione, la preparazione e la capacità di adattarsi agli eventi facevano del caso solo un elemento da definire e determinare nel quadro ampio delle certezze.
Del resto la stessa impostazione ideologica degli illuminati, la sprezzante fierezza di dominare, popoli , stati nazioni, culture sentimenti e quant'altro di umano esista ( il romanticismo ne fu una naturale reazione) , indica proprio come la cura dei dettagli, il determinismo matematico ed il calcolo siano insiti nel loro imprimatur  culturale rendendoli delle macchine fredde e micidiali, e pertanto, proprio per questo, paradossalmente fallibili.
Infatti quello che questi signori non riescono proprio a capire è quel fattore che rende ogni calcolo, ogni chiara e gelida equazione di morte o di vita sugli esseri umani altamente vulnerabile di fallire miseramente: il famoso fattore H, the Human Factor, il fattore Umano.
Quindi, mentre ormai è imminente un nuovo attentato ai giochi olimpici di Londra ( vedi sito per avere alcune delucidazioni) finalizzato a fomentare e sopratutto giustificare un attacco militare all'Iran anche mediante uso di armi nucleari, nello scacchiere mediorientale emerge un ostacolo imprevisto dalle élite, quasi sottovalutato anche se per il momento funzionale all'instabilità dell'area e alla guerra necessaria all'instaurazione della dittatura globale:la Siria.
Principe Bandar
Bashar El Assad sta rappresentando un osso più ostinato del previsto. Doveva essere eliminato dalla scena mediante una rivoluzione eterodiretta da "ribelli" armati e finanziati da stati amici degli Stati Uniti ed Israele (l'Arabia Saudita ed il Qatar hanno finanziato ed inviato circa 15.000 guerriglieri islamisti nel paese tramite la Giordania nonché armi pesanti e finanziamenti  ingenti), ed utilizzato come merce di scambio nel gioco della diplomazia internazionale tra Russia, Israele, Usa e la stessa Cina ( vedi articolo). Ebbene non solo riesce a rimanere in sella diventando ogni giorno sempre più forte, ma addirittura riesce a far eliminare nel giro di neanche una settimana il capo dei servizi segreti Sauditi e tratto di unione tra certi ambienti di potere degli sceicchi e la cricca di guerrafondai neocons di Washington e responsabile della struttura di Al Qaeda in medioriente il principe Bandar bin Sultan, fautore del brillante attentato del 18 luglio a Damasco che ha decapitato la struttura dei servizi segreti siriani. Questo attivismo, questa tenacia del "Leone" di Damasco ( Assad in arabo significa Leone) denota proprio quel fattore H che non era stato previsto fino ad oggi e con cui Israele in primis dovrà fare i conti. La "somalizzazione" della Siria prevista ed auspicata dalle élite proprio per destrutturare e destabilizzare l'areaa sta incontrando difficoltà nella tabella di marcia di difficile recupero.
Putin del resto, l'uomo dagli occhi di ghiaccio, si sta giocando la permanenza della Siria nell'ambito della propria sfera di influenza ( Israele accetterebbe una Siria sotto ombrello di Mosca, purchè anti Iraniana) con la stessa freddezza e calcolo politico con cui barattò la morte di marinai del sottomarino Kursk, che sapeva affondato da un siluro americano, per avere quei finanziamenti e prestiti americani indispensabili per risollevare un paese allo stremo. Ma questo abile giocatore di poker sta lavorando su più fronti dato che agenti ben addentro all'FSB russo ammettono che la Siria rischia di avere dispiegati in breve tempo, se Mosca volesse agire, un'intera squadriglia di Sukhoy modificati di cui avevamo parlato in questo post.
Quindi l'uomo di Damasco rischia di essere un ostacolo ben più serio di quello che poteva apparire in prima istanza, certamente quel fattore imprevedibile con cui sarà necessario confrontarsi. Anche perché nelle profezie di Nostradamus sarà proprio lui il leader arabo che riuscirà a raccogliere quei 200 milioni di soldati profetizzati anche dalla Bibbia e che saranno coalizzati dall'uomo che sconfiggerà il sionismo ed invaderà israele. Il fattore H occorre sempre prenderlo in considerazione.



Nessun commento:

NOTA SUL COPYRIGHT©

ARTICOLI DI PIERMAFROST SONO COPERTI DA COPYRIGHT . POSSONO ESSERE LIBERAMENTE DIFFUSI A PATTO DI CITARE L'AUTORE E IL LINK DELLA FONTE.