lunedì 16 dicembre 2013

Boston Mental Control

 Tamerlan Tsarnaev temeva che qualcuno gli avesse fatto il lavaggio del cervello per farlo agire in base ad un grilletto "verbale"

Il Sospetto bombarolo della maratona di Boston, Tamerlan Tsarnaev, credeva di essere divenuto una vittima del controllo mentale, secondo i risultati di un'indagine durata cinque mesi e pubblicato ieri dal Boston Globe.

Tsarnaev, che è stato ucciso in una sparatoria con la polizia quattro giorni dopo il presunto svolgimento dei bombardamenti con il fratello Dzhokhar Tsarnaev, si pensava avesse "una qualche forma di schizofrenia", secondo gli amici di famiglia, sua madre ha detto che Tsarnaev "sembrava ci fossero due persone che vivevano dentro di lui ".

"Lui credeva nel maestoso controllo della mente, che è un modo per abbattere una persona e creare una personalità alternativa con cui egli deve convivere," ha raccontato Donald Larking, un 67 enne, che ha frequentato una moschea di Boston con Tamerlan. Egli inoltre ha detto al Globe . "Si può dare un input con una frase o un gesto, e far emergere l'altra personalità facendogli fare ciò che vuoi. Tamerlan pensava che qualcuno potesse aver fatto questo a lui ".

Il legame tra accuse di controllo mentale e gli atti violenti come omicidi politici o attacchi terroristici è stato un tema ricorrente in molti diversi casi di alto profilo.

Il killer del cinema Aurora (batman) James Holmes ha detto che era stato "programmato" per effettuare il massacro da parte di un terapeuta del "male", secondo un presunto detenuto del carcere in cui alloggia Holmes. Steven Unruh sostiene che Holmes gli ha detto che "si sentiva come se fosse in un videogioco" durante la sparatoria e che era stato soggetto di un lavaggio del cervello con l'ausilio della programmazione neuro-linguistica.
I parallelismi tra James Holmes e un'altra presunta vittima del controllo mentale - l'assassino di RFK, Sirhan Sirhan -sono sbalorditivi . Come ha riportato a London l'Independent nel 2005, prove indicano fortemente che Sirhan era un candidato Manciuriano, una vittima del controllo mentale che è stato impostato per essere il capro espiatorio per l'omicidio. Sirhan è stato descritto da testimoni oculari come in uno stato di trance quando ha premuto il grilletto.
"Non c'è modo per cui Sirhan Sirhan abbia ucciso Kennedy", ha detto (l'avvocato di Sirhan Larry). Teeter ...era il capro espiatorio. Il suo compito era quello di farsi beccare mentre l'uomo che aveva effettivamente premuto il grilletto uscisse indenne. Non è stato consapevolmente coinvolto in ogni trama. Era un capro espiatorio. Era incosciente e inconsapevole di ciò che stava accadendo - lui è stato il vero Manchurian Candidate ".
L'uso da parte della CIA del controllo mentale per creare assassini è una questione di memoria storica. MK-ULTRA era il nome in codice di un programma segreto, della CIA sulla ricerca umana, gestito dall'Ufficio della Scientific Intelligence che è venuto alla luce nel 1975 attraverso indagini da parte della Church Committee e della Commissione Rockefeller. Il 14 enne veterano della CIA Victor Marchetti insiste sul fatto che il programma è ancora in corso e non è stato affatto abbandonato.

Secondo i suoi avvocati , Sirhan Sirhan "fu un partecipante involontario dei crimini commessi, perché è stato sottoposto a sofisticate programmazione di ipnosi, oltre alle tecniche di impainto di memoria che lo rendeva incapace di controllare coscientemente i suoi pensieri e azioni al momento in cui i crimini venivano commessi," e servito solo come un diversivo per il vero assassino.
Jared Lee Loughner, l'uomo armato che ha sparato alla deputata Gabrielle Giffords e ha ucciso altre sei persone, è ossessionato dal controllo mentale. I fratelli Tsarnaev sono stati incastrati oppure hanno subito un lavaggio del cervello che li ha indotti a bombardare la maratona di Boston ? E 'una affermazione che sarebbe praticamente impossibile da dimostrare, ma chespiegherebbe una serie di contraddizioni straordinarie in pertinenza al caso, compreso il motivo per cui i fratelli avrebbero apparentemente gridato "non siamo stati noi" durante la loro sparatoria con la polizia.

La zia di Tamerlano Tsarnaev sostiene che il filmato che è emerso dalla polizia in cui gli agenti sono intenti ad arrestare un uomo nudo, mostrava in realtà suo nipote contraddicendo la versione ufficiale che Tsarnaev è stato gravemente ferito in una sparatoria e suggerendo invece che potrebbe essere stato ucciso mentre era in custodia.

Secondo la madre di Tamerlan, Zubeidat Tsarnaeva, l'FBI "controllava ogni suo passo." E' stato successivamente confermato che sia l'FBI che la CIA avevano aggiunto i fratelli in almeno due liste di terrorismo alla fine del 2011.

Quando si parla di controllo mentale, tutto può succeder...

Nessun commento:

NOTA SUL COPYRIGHT©

ARTICOLI DI PIERMAFROST SONO COPERTI DA COPYRIGHT . POSSONO ESSERE LIBERAMENTE DIFFUSI A PATTO DI CITARE L'AUTORE E IL LINK DELLA FONTE.